{{ 'Go back' | translate}}
Njus logo

Ultime notizie | Njus Italia

Cittadini romani da 2034 anni, la risposta di CasaPound ai cartelli degli Schützen

Notizia La voce di Bolzano

Non si è fatta attendere a Bolzano la risposta di CasaPound agli adesivi attaccati nei giorni scorsi in tutta la provincia ad almeno 600 cartelli stradali dagli Schützen, che recavano la frase “DNA seit 97 Jahren – Deutsch nicht amtlich“, ovvero,
'Non si è fatta attendere a Bolzano la risposta di CasaPound agli adesivi attaccati nei giorni scorsi in tutta la provincia ad almeno 600 cartelli stradali dagli Schützen, che recavano la frase “DNA seit 97 Jahren – Deutsch nicht amtlich“, ovvero, “Tedeschi nel DNA da 97anni, senza lingua ufficiale”. Questa notte i militanti di Cpi hanno affisso alcuni striscioni alle mura del capoluogo altoatesino, con la scritta “ Pons Drusi 15ac – civis romanus sum “, per ricordare i 2034 anni dalla fondazione di Pons Drusi, ovvero le origini romane della odierna città di Bolzano. Un’azione, rivendica CasaPound, per evidenziare come l’Alto Adige sia sempre sempre stata preziosa terra di confine e incontro tra popoli europei, che ne fa un tesoro culturale da preservare e valorizzare oltre ogni cieco sciovinismo. L'articolo Cittadini romani da 2034 anni, la risposta di CasaPound ai cartelli degli Schützen proviene da La voce di Bolzano .'

Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: librerie in crisi

Notizia Mole24

Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: le librerie continuano a soffrire la crisi, molte hanno chiuso i battenti negli ultimi 12 mesi Con il boom degli ultimi anni di Amazon, Torino si è adattata alle tendenze e i torinesi
'Tempo di lettura: 2 minuti Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: le librerie continuano a soffrire la crisi, molte hanno chiuso i battenti negli ultimi 12 mesi Con il boom degli ultimi anni di  Amazon ,  Torino  si è adattata alle tendenze e i torinesi acquistano sempre di più attraverso il noto colosso americano dell’e-commerce. Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: librerie in crisi Tuttavia, rispetto allo scorso anno, anche gli acquisti di libri su  Amazon  da parte dei torinesi ha subito una forte battuta d’arresto.   Infatti, nella classifica dei libri comprati online nel periodo luglio 2018 – luglio 2019, il capoluogo piemontese si è piazzato al sesto posto, scendendo di tre posizioni rispetto allo scorso anno.   Meglio della nostra città hanno fatto  Milano , che si conferma capitale della lettura per il settimo anno consecutivo sia per i libri in formato cartaceo che digitale.   Al secondo posto, invece, troviamo Padova, che già da qualche anno occupa le zone alte della classifica.    Se prendiamo in considerazione gli acquisti degli ebook, però, la città sabauda scende in nona posizione.   Quali sono i libri più acquistati dai torinesi?   Al primo posto troviamo “Vivere 120 anni. La verità che nessuno vuole raccontarti” di  Adriano Panzironi .   In seconda posizione c’è la versione italiana di “Laurie” di  Stephen King , seguito da “Il potere del cambiamento. Prepara la tua mente per il successo” di  Dario Silvestri .   Per quanto riguarda i generi letterati più apprezzati dai torinesi, riscuotono enorme successo la saggistica e la fantascienza, mentre i romanzi rosa restano indietro.   Non solo  Amazon  soffre un calo drastico di vendite in città.    Infatti, anche le librerie accusano sempre di più la crisi degli ultimi anni con tante chiusure di librerie storiche in diverse zone della città.   Le uniche realtà del settore a resistete solo le grandi catene come  Mondadori ,  Giunti  e  Feltrinelli .    Insomma, la capitale del libro per eccellenza, sede del  Salone Internazionale del Libro , sembra non essere più la città dei lettori e dei librai.  L'articolo Amazon, Torino sesta nella classifica degli acquisti di libri: librerie in crisi sembra essere il primo su Mole24 .'

Rastrelli, saluti romani ai funerali dell’ex governatore della Campania

Notizia Icona News

L’ex governatore della Regione Campania, Antonio Rastrelli, è morto a 91 anni il giorno di Ferragosto. Storico militante del Msi, Rastrelli aderì ad Alleanza Nazionale e fu sottosegretario al Tesoro nel primo governo di Silvio Berlusconi. L’uscita
'L’ex governatore della Regione Campania, Antonio Rastrelli , è morto a 91 anni il giorno di Ferragosto. Storico militante del Msi, Rastrelli aderì ad Alleanza Nazionale e fu sottosegretario al Tesoro nel primo governo di Silvio Berlusconi . L’uscita del feretro dalla chiesa del Sacro Cuore al corso Vittorio Emanuele, a Napoli, è stata accompagnata da saluti romani . Qualcuno ha dato gli “attenti” e per tre volte ha urlato « camerata Rastrelli », mentre altri rispondevano alzando la mano destra e gridando «Presente».   L'articolo Rastrelli, saluti romani ai funerali dell’ex governatore della Campania proviene da Icona News .'

Acquaro di Cosoleto, il parroco annulla processione perché maggioranza dei portatori con precedenti

Notizia Fanpage

Ad Acquaro di Cosoleto il parroco vieta la processione di San Rocco perché oltre la metà dei portatori risulterebbe pregiudicata. Il blocco nasce dopo i fatti di Oppido Memertina del 2014. Continua a leggere
'Ad Acquaro di Cosoleto il parroco vieta la processione di San Rocco perché oltre la metà dei portatori risulterebbe pregiudicata. Il blocco nasce dopo i fatti di Oppido Memertina del 2014. Continua a leggere'

Editoria: è morto Giovanni Morgante, presidente “Ses”

Notizia Calabria7

E’ morto all’età di 89 anni, a Messina, Giovanni Morgante, presidente della Ses, società editrice di Gazzetta del Sud, che dal 2017 ha rilevato anche il Giornale di Sicilia.La notizia è stata resa nota dalla stessa Gazzetta, attraverso il proprio
'E’ morto all’età di 89 anni, a Messina, Giovanni Morgante, presidente della Ses, società editrice di Gazzetta del Sud, che dal 2017 ha rilevato anche il Giornale di Sicilia.La notizia è stata resa nota dalla stessa Gazzetta, attraverso il proprio sito internet.Figlio di Pasquale Morgante, che fu, come tipografo, tra i pionieri di quel giornale nato nel 1952 per volere di Bonino, l’imprenditore venuto dalla Liguria a realizzare il sogno di un quotidiano che facesse da ponte tra Sicilia e Calabria.Giovanni Morgante è stato l’anima della Gazzetta del Sud, il cuore pulsante, l’uomo che ha raccolto l’eredità del cavalier Umberto Bonino e che per decenni ha portato avanti uno dei più importanti progetti editoriali in Italia, con la lungimiranza dei grandi imprenditori e in più con un senso di umanità che era il suo segno distintivo.Morgante è stato tra le colonne portanti, assieme a Nino Calarco, di quel sogno diventato realtà. Lui entrato come giovane giornalista pronto a scrivere di tutto, dallo sport (da giovane fu un campione di sollevamento pesi, appassionato di atletica) alla cronaca.Giovanni Morgante fu per anni il cronista giudiziario di punta della Gazzetta, poi entrò in amministrazione e Bonino individuò in lui la figura più rappresentativa, che lo ha affiancato e che ne ha raccolto poi il testimone.Fino all’ultimo ha seguito le vicende della Ses, è stato sempre vicino al figlio, Lino Morgante, amministratore delegato e direttore editoriale, in particolare nella complessa operazione di acquisizione del Giornale di Sicilia, fino all’ultimo si è informato degli investimenti in corso, dei lavori per la nuova modernissima rotativa.La camera ardente sarà aperta domattina alle 10.30 preso la sede della Gazzetta.Da Calabria 7 le più sincere condoglianze alla famiglia. (Foto: Gazzetta del Sud)   . The post Editoria: è morto Giovanni Morgante, presidente “Ses” appeared first on Calabria7 .'

In casa ecstasy, hashish e marijuana appena coltivata: arrestato giovane di 23 anni

Notizia estense.com

I carabinieri intervengono per una lite familiare e scovano un magazzino di droga. È successo nella mattinata di sabato in un'abitazione a Ferrara dove risiede un giovane di 23 anni, arrestato per spaccio
'I carabinieri intervengono per una lite familiare e scovano un magazzino di droga. È successo nella mattinata di oggi, sabato 17 agosto, in un’abitazione a Ferrara dove risiede R.T., ferrarese classe 1996, già gravato da precedenti di polizia e arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane di 23 anni aveva adibito la sua casa a dispensa di diverse droghe: ecstasy, hashish e marijuana coltivata direttamente in loco in una piccola serra. A scoprire il deposito sono stati i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando di Ferrara, allertati dai vicini di casa che hanno segnalato una discussione animata al 112. I carabinieri, accorsi sul posto per sedare la lite, hanno sentito subito un forte odore di marijuana e hanno proceduto alla perquisizione domiciliare da cui sono stati rinvenuti quasi due chili e mezzo di marijuana (per la precisione 2.426 chili suddivisi in 8 sacchetti), più di un etto di hashish (107 grammi suddivisi in 3 panetti) e anche 5 grammi di ecstasy suddivisi in 10 pezzi. All’interno di un armadio portatile in stoffa adibito a serra, è stato scoperto diverso materiale utilizzato per la coltivazione della cannabis consistente in 2 lampade hps, 2 involucri contenenti semi di canapa, un tubo per l’irrigazione e 150 vasetti di piccole dimensioni vuoti e pronti per il confezionamento. Durante la perquisizione sono stati scovati anche due bilancini di precisione, un coltello a serramanico per il taglio dello stupefacente e 3700 euro in banconote, ritenute provento dell’attività illecita di spaccio. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro mentre l’arrestato è stato accompagnato al carcere dell’Arginone.'

Maxitamponamento sul raccordo A14 vicino Bari Nord: coinvolte 5 vetture, traffico e rallentamenti

Notizia BariToday

Alcune persone sono rimaste ferite. Sul posto Polizia Stradale e personale del 118. Lo scontro multiplo ha causato problemi..
'Un maxitamponamento si è verificato sul raccordo A14, tra il casello di Bari Nord e la Tangenziale del capoluogo pugliese: 5 le vetture coinvolte, con alcuni tra i viaggiatori rimasti feriti in modo lieve. Sul posto sono intervenute pattuglie..'

Sora, l'omelia 'sovranista' di don Donato durante la processione di San Rocco (video)

Notizia FrosinoneToday

Il parroco, dal pulpito, difende i diritti di anziani e disoccupati italiani. 'Chi ha telefonini e catenine d'oro non..
'Un'omelia che avrebbe dovuto essere incentrata sul dolore e che avrebbe dovuto essere un balsamo per una Sora ferita dalla perdita improvvisa, prematura e drammatica di una ragazzina, si è trasformata in un comizio politico. Monsignor..'

Vandali in spiaggia e 'ladre d'ombrellone' con la refurtiva nascosta nelle parti intime

Notizia RiminiToday

Nottata di lavoro intensa per le volanti della Questura di Rimini, che nella notte tra venerdì e sabato sono intervenute al..
'Nottata di lavoro intensa per le volanti della Questura di Rimini, che nella notte tra venerdì e sabato sono intervenute al bagno 61 di Torre Pedrera su segnalazione di un residente. Qui quattro ragazzini, tutti di giovane età e..'

Open Arms e referti sanitari diversi, Cascio: 'Se c'è chi sta male perché non li fanno scendere?'

Notizia AgrigentoNotizie

Il responsabile del Poliambulatorio di Lampedusa: 'Se ci sono naufraghi con le patologie descritte nella relazione dal Cisom..
'Non ci sono più dubbi: è davvero diventato \'un caso nel caso\'. Si tratta dei diversi referti medici sui migranti che sono stati evacuati, dalla Open Arms, per motivi sanitari. \'Mi fido dei miei medici, i referti..'

Turismo, in Calabria una bottiglia d’acqua costa in media 2 euro

Notizia Calabria7

Firenze Venezia prezzi proibitivi, promosse Tropea e Palermo  Turisti contro le acque minerali italiane : troppo care.
'Firenze Venezia prezzi proibitivi, promosse Tropea e Palermo  Turisti contro le acque minerali italiane : troppo care.Un sondaggio svolto dall’agenzia di comunicazione Klaus Davi che ha dato vita al movimento ‘Io sto con il made in Italy ‘ in sinergia Filippo Gallinella  presidente della commissione agricoltura alla Camera , ha intervistato 586 turisti stranieri sul costo dell’acqua.Dai risultati della ricerca sembra esserci  parecchio malcontento in merito al costo medio delle bottiglie.Un turista su tre sostiene di aver pagato ‘troppo’ una bottiglia di acqua  minerale in Italia.Il 5% di aver dovuto sborsare anche 8 euro per una  bottiglia nelle città vetrina del turismo come Firenze, Venezia, Roma.Un buon 12% tra i 5 e gli 8 euro.Il 23% tra i 3 e i 5 euro.Un altro 17% dai 2 ai tre euro.Prezzi alle stelle, come si diceva, soprattutto a Venezia, Firenze,, Forte dei Marmi ma anche Roma, Napoli e Taormina, Capri, Portofino alle Eolie ma anche Cortina e Courmayeur.Città invece come Tropea, Soverato, Bari, Cefalù, Palermo sono risultate più convenienti con una media da uno a 2 euro per bottiglia.Dal punto di vista distributivo, secondo la ricerca, i prezzi più cari sono stati registrati nei ristoranti (23%) nei bar (20%) nei chioschi 16%, nelle gelaterie 18%, in autostrada 27%, nei musei 15%, negli stadi 13%, nei concerti 23%, negli stabilimenti balneare 25%, sui treni 22%, sui traghetti 25%. Molto più contenuti i supermercati visto che solo un turista su 10 li ritiene cari.Lamentele giungono anche dalle stazioni ferroviarie 18, dagli aeroporti 32%, e dalle rivendite ‘improvvisate’ 25% delle segnalazioni.I più critici sono i tedeschi 23%, i francesi 22% gli inglesi 19%, gli americani 18%, gli Svedesi 16%, e i cittadini del Benelux 13% e i cinesi 15% Il 53% degli intervistati non capisce per che in Italia non si possa bere l’acqua del rubinetto visto che siamo tra i principali produttori al mondo.Un turista su tre non capisce perché non siano i Comuni o comunque lo Stato a distribuire il prodotto a prezzi convenienti per i cittadini.Ma ecco le marche più acquistate dai turisti stranieri secondo la ricerca di Klaus Davi: sono Panna 18%, Alisea 16%, Ferrarelle 17%, Sant’Anna 15%, Levissima 14%, San Benedetto 12%, Norda 8%, Lete 7%, Rocchetta-Uliveto 7%, e Vera 6%. Redazione Calabria 7 . The post Turismo, in Calabria una bottiglia d’acqua costa in media 2 euro appeared first on Calabria7 .'