{{ 'Go back' | translate}}
Njus logo

Ultime notizie da Calabria7, | Njus Italia

Furto al Centrale, Celia: ‘Imprenditori abbandonati anziché premiati’

Notizia Calabria7

“Sono mesi, forse anni, che discutiamo del problema sicurezza, soprattutto nella zona sud della città. I risultati ottenuti sono praticamente inesistenti, se periodicamente siamo costretti a discutere delle stesse cose.
'“Sono mesi, forse anni, che discutiamo del problema sicurezza, soprattutto nella zona sud della città. I risultati ottenuti sono praticamente inesistenti, se periodicamente siamo costretti a discutere delle stesse cose.Esprimo da consigliere e da amico la mia personale solidarietà al titolare del Bar Centrale nel quartiere Lido, Marco Nicotera, che nella notte scorsa ha subito un furto nella sua storica attività”. Inizia così il commento del consigliere comunale di Fare per Catanzaro, Fabio Celia, all’ennesimo episodio di microcriminalità, non l’unico degli ultimi giorni, avvenuto nel quartiere marinaro della città capoluogo di regione. “Ci sono imprenditori che investono sul territorio – afferma Celia nella sua nota – e che dovrebbero essere premiati, incentivati e sostenuti dalla politica locale.Portano economia, lavoro, offrono qualità di un livello superiore alla norma e, a volte, rappresentano la storia del commercio catanzarese.Invece, succede che proprio le attività commerciali, spesso siano vittime di furti ed atti di microcriminalità, così costanti nella loro azione criminale, che costringe ad intervenire seriamente.Mi chiedo dove sia il tappo che impedisce il defluire di una logica e democratica soluzione al problema.Esiste e va contenuto, fino ad essere estirpato.Non ci sono discussioni altre da fare, ma fatti da concretizzare.Le forze dell’ordine fanno il loro lavoro egregiamente e, spesso, subiscono la violenza di tale contesto sociale sulla loro pelle.Chi tutela la legge e la civile convivenza tra i cittadini deve essere aiutato.Chi dovrebbe farlo?La politica, ovvio.I magistrati spesso sono costretti ad adottare misure cautelari o provvedimenti penali irrisori, perché è loro dovere rispettare la legge.Dove sta il vero problema?Nelle leggi, ovvio.E chi fa le leggi?Come sopra, sempre la politica.Facile a tutti, dunque – prosegue Celia – comprendere di chi sono le vere responsabilità quando una città non è sicura e i cittadini rischiano quotidianamente di rimanere vittime di episodi sempre più diffusi di microcriminalità o violenza.Abbiamo assistito a furti, risse, aggressioni, rapine.E stiamo sempre lì, con le mani in mano, a discuterne e basta.Si agisca per tutelare i cittadini, si agisca per tutelare tutte quelle persone che investono le proprie risorse economiche ed umane sul territorio.Investire è praticamente da folli, visto il contesto sociale che rischia di crearsi in città. Ribadisco di essere vicino alla grande famiglia del Bar Centrale, ma da consigliere comunale prometto anche che mi batterò ad ogni seduta per stimolare la politica locale a trovare una soluzione credibile e fattibile al problema.Dobbiamo portare la questione sui tavoli nazionali, perché a Catanzaro esiste un’emergenza da affrontare – conclude Celia.Chi lo nega, chi afferma il contrario, è uno sciocco irresponsabile.I nostri figli, i catanzaresi del futuro, meritano una città migliore di questa.E’ nostro dovere agire”.   . The post Furto al Centrale, Celia: ‘Imprenditori abbandonati anziché premiati’ appeared first on Calabria7 .'

Editoria: è morto Giovanni Morgante, presidente “Ses”

Notizia Calabria7

E’ morto all’età di 89 anni, a Messina, Giovanni Morgante, presidente della Ses, società editrice di Gazzetta del Sud, che dal 2017 ha rilevato anche il Giornale di Sicilia.La notizia è stata resa nota dalla stessa Gazzetta, attraverso il proprio
'E’ morto all’età di 89 anni, a Messina, Giovanni Morgante, presidente della Ses, società editrice di Gazzetta del Sud, che dal 2017 ha rilevato anche il Giornale di Sicilia.La notizia è stata resa nota dalla stessa Gazzetta, attraverso il proprio sito internet.Figlio di Pasquale Morgante, che fu, come tipografo, tra i pionieri di quel giornale nato nel 1952 per volere di Bonino, l’imprenditore venuto dalla Liguria a realizzare il sogno di un quotidiano che facesse da ponte tra Sicilia e Calabria.Giovanni Morgante è stato l’anima della Gazzetta del Sud, il cuore pulsante, l’uomo che ha raccolto l’eredità del cavalier Umberto Bonino e che per decenni ha portato avanti uno dei più importanti progetti editoriali in Italia, con la lungimiranza dei grandi imprenditori e in più con un senso di umanità che era il suo segno distintivo.Morgante è stato tra le colonne portanti, assieme a Nino Calarco, di quel sogno diventato realtà. Lui entrato come giovane giornalista pronto a scrivere di tutto, dallo sport (da giovane fu un campione di sollevamento pesi, appassionato di atletica) alla cronaca.Giovanni Morgante fu per anni il cronista giudiziario di punta della Gazzetta, poi entrò in amministrazione e Bonino individuò in lui la figura più rappresentativa, che lo ha affiancato e che ne ha raccolto poi il testimone.Fino all’ultimo ha seguito le vicende della Ses, è stato sempre vicino al figlio, Lino Morgante, amministratore delegato e direttore editoriale, in particolare nella complessa operazione di acquisizione del Giornale di Sicilia, fino all’ultimo si è informato degli investimenti in corso, dei lavori per la nuova modernissima rotativa.La camera ardente sarà aperta domattina alle 10.30 preso la sede della Gazzetta.Da Calabria 7 le più sincere condoglianze alla famiglia. (Foto: Gazzetta del Sud)   . The post Editoria: è morto Giovanni Morgante, presidente “Ses” appeared first on Calabria7 .'

Turismo, in Calabria una bottiglia d’acqua costa in media 2 euro

Notizia Calabria7

Firenze Venezia prezzi proibitivi, promosse Tropea e Palermo  Turisti contro le acque minerali italiane : troppo care.
'Firenze Venezia prezzi proibitivi, promosse Tropea e Palermo  Turisti contro le acque minerali italiane : troppo care.Un sondaggio svolto dall’agenzia di comunicazione Klaus Davi che ha dato vita al movimento ‘Io sto con il made in Italy ‘ in sinergia Filippo Gallinella  presidente della commissione agricoltura alla Camera , ha intervistato 586 turisti stranieri sul costo dell’acqua.Dai risultati della ricerca sembra esserci  parecchio malcontento in merito al costo medio delle bottiglie.Un turista su tre sostiene di aver pagato ‘troppo’ una bottiglia di acqua  minerale in Italia.Il 5% di aver dovuto sborsare anche 8 euro per una  bottiglia nelle città vetrina del turismo come Firenze, Venezia, Roma.Un buon 12% tra i 5 e gli 8 euro.Il 23% tra i 3 e i 5 euro.Un altro 17% dai 2 ai tre euro.Prezzi alle stelle, come si diceva, soprattutto a Venezia, Firenze,, Forte dei Marmi ma anche Roma, Napoli e Taormina, Capri, Portofino alle Eolie ma anche Cortina e Courmayeur.Città invece come Tropea, Soverato, Bari, Cefalù, Palermo sono risultate più convenienti con una media da uno a 2 euro per bottiglia.Dal punto di vista distributivo, secondo la ricerca, i prezzi più cari sono stati registrati nei ristoranti (23%) nei bar (20%) nei chioschi 16%, nelle gelaterie 18%, in autostrada 27%, nei musei 15%, negli stadi 13%, nei concerti 23%, negli stabilimenti balneare 25%, sui treni 22%, sui traghetti 25%. Molto più contenuti i supermercati visto che solo un turista su 10 li ritiene cari.Lamentele giungono anche dalle stazioni ferroviarie 18, dagli aeroporti 32%, e dalle rivendite ‘improvvisate’ 25% delle segnalazioni.I più critici sono i tedeschi 23%, i francesi 22% gli inglesi 19%, gli americani 18%, gli Svedesi 16%, e i cittadini del Benelux 13% e i cinesi 15% Il 53% degli intervistati non capisce per che in Italia non si possa bere l’acqua del rubinetto visto che siamo tra i principali produttori al mondo.Un turista su tre non capisce perché non siano i Comuni o comunque lo Stato a distribuire il prodotto a prezzi convenienti per i cittadini.Ma ecco le marche più acquistate dai turisti stranieri secondo la ricerca di Klaus Davi: sono Panna 18%, Alisea 16%, Ferrarelle 17%, Sant’Anna 15%, Levissima 14%, San Benedetto 12%, Norda 8%, Lete 7%, Rocchetta-Uliveto 7%, e Vera 6%. Redazione Calabria 7 . The post Turismo, in Calabria una bottiglia d’acqua costa in media 2 euro appeared first on Calabria7 .'

Regione: Consiglio, nomine e designazioni in Aterp e Art-Cal

Notizia Calabria7


'Con proprio decreto, il presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto, ha provveduto ad alcune nomine e designazioni nell’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale pubblica (Aterp) e nell’Autorità regionale dei trasporti della Calabria (Art-Cal). In particolare, Pietro Galluccio (68 anni) e Giuseppe Palmisani (62) sono stati nominati nel Comitato di indirizzo  dell’Aterp, mentre Fabio Oppedisano (35) e Antonio Sorrentino (68) sono stati designati nel Comitato istituzionale dell’Art-Cal.Le nomine e le designazioni sono state decretate dal presidente del Consiglio regionale nell’esercizio dei poteri sostitutivi attribuitigli dal Regolamento interno dell’Assemblea e dalla legge regionale 39/1995 nel caso di mancata designazione da parte del Consiglio regionale.Redazione Calabria 7 . The post Regione: Consiglio, nomine e designazioni in Aterp e Art-Cal appeared first on Calabria7 .'

Diamante, sindaco Magorno beve acqua del mare “E’ pulito” (VIDEO)

Notizia Calabria7

Video di Ernesto Magorno, sindaco Pd di Diamante, Comune del Cosentino.Il primo cittadino ha bevuto un bicchiere d’acqua del mare per smentire la tesi dell’acqua sporca.
'Video di Ernesto Magorno, sindaco Pd di Diamante, Comune del Cosentino.Il primo cittadino ha bevuto un bicchiere d’acqua del mare per smentire la tesi dell’acqua sporca.Una dimostrazione documentata sulla stessa pagina Facebook di Ernesto Magorno, tranquillo “perché il nostro mare è pulito”. In diretta dalla spiaggia grande. \'Noi vogliamo una città pulita,sicura e serena e andremo avanti per la nostra strada\' Pubblicato da Ernesto Magorno Sindaco su Venerdì 16 agosto 2019 Redazione Calabria 7 . The post Diamante, sindaco Magorno beve acqua del mare “E’ pulito” (VIDEO) appeared first on Calabria7 .'

Sellia Marina, grande successo per la 3ª Festa del Mare

Notizia Calabria7

Successo annunciato per la Festa del Mare di Sellia Marina, nota per la sua frittura di mare e per l’arrivo dell’enorme padellone in cui sono stati cotti quintali di pesce.
'Successo annunciato per la Festa del Mare di Sellia Marina, nota per la sua frittura di mare e per l’arrivo dell’enorme padellone in cui sono stati cotti quintali di pesce.La 3ª edizione della Festa del Mare si è svolta martedì 13 agosto e, come ogni anno, l’appuntamento ha richiamato  migliaia di visitatori , accarezzati da un vento di ponente che ha accompagnato tutta la giornata.La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco di Sellia Marina e patrocinata dal Comune, ha permesso al pubblico di assaporare la golosa frittura di pesce, mentre in cucina gli street fooders hanno preparato primi piatti dal sapore mediterraneo, panini di mare e freselle con Saredella e cipolle di Tropea caramellate.Oltre allo stand gastronomico ed all’area ristoro, curati dai volontari, l’area dedicata agli spettacoli, ha ospitato il concerto “ Italia Amore Mio ‘70; ’80; ’90; tributo agli “Immortali Italiani” Nel maxi padellone sono stati fritti ad arte almeno 3 quintali di pesce azzurro in oltre 200 litri di olio.Tanti i visitatori e le comitive organizzate, che per tutta la giornata hanno affollato il paese costiero.Redazione Calabria 7 . The post Sellia Marina, grande successo per la 3ª Festa del Mare appeared first on Calabria7 .'

Forze dell’ordine, controlli nel Vibonese: identificate 332 persone

Notizia Calabria7


'Continua, nel periodo clou dell’estate e delle presenze turistiche, l’attività straordinaria di controllo del territorio provinciale: nei giorni a cavallo di ferragosto si sono svolti, lungo tutta la fascia costiera, servizi di prevenzione generale anche in funzione di contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione, secondo le direttive del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e quanto convenuto in Prefettura, in sede di coordinamento tecnico delle Forze di Polizia.Precedute dal previsto “tavolo tecnico” svoltosi in Questura, le operazioni hanno visto il coinvolgimento, oltre che della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto e delle Polizie Locali del capoluogo e di tutti i Comuni della riviera.Nelle giornate del 14, del 15 e del 16 agosto la Polizia di Stato, presente con le pattuglie della Squadra Mobile, della Squadra Volante, dell’Ufficio Immigrazione, della Squadra Amministrativa, del Posto Fisso di Tropea e con il consueto supporto del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Centrale”, ha operato su Tropea, Ricadi, Pizzo e Vibo Marina congiuntamente alle rispettive Polizie Municipali.Rilevanti i risultati operativi dei servizi, che, diretti sul posto da Funzionari della Questura, hanno visto impegnate nei tre giorni 14 pattuglie della Polizia: identificate 332 persone, di cui 123 positivi al riscontro in banca dati; effettuati 13 posti di controllo, nel corso dei quali sono stati fermati 118 tra auto, motoveicoli e autocarri; il sistema Mercurio ha consentito la lettura di 1757 targhe automobilistiche; effettuate 4 perquisizioni; 7 gli immigrati irregolari sottoposti a controllo, quattro dei quali destinatari di ordine di abbandono del territorio nazionale a firma del Questore e tre di provvedimento di espulsione a firma del Prefetto.Anche nei prossimi giorni, sino al termine dell’estate, si svolgeranno senza soluzione di continuità i servizi di controllo disposti dal Questore, all’insegna della capillare presenza nelle località turistiche e della più ampia visibilità, per aumentare il senso di sicurezza percepita dai cittadini e ottenere il massimo risultato deterrente contro la criminalità diffusa e ogni forma di illegalità. Redazione Calabria 7 . The post Forze dell’ordine, controlli nel Vibonese: identificate 332 persone appeared first on Calabria7 .'

Catanzaro, Circolo ‘Almirante’: “Criminalità nel quartiere Lido, si aspetta il morto?”

Notizia Calabria7

“Furti, risse, feriti.Scene di panico, tra figli grondanti di sangue, soccorsi dai medici del 118, e genitori in preda allo sgomento in piena notte a Giovino.Mentre da un’altra parte del quartiere viene preso d’assalto dai ladri uno dei bar storici:
'“Furti, risse, feriti.Scene di panico, tra figli grondanti di sangue, soccorsi dai medici del 118, e genitori in preda allo sgomento in piena notte a Giovino.Mentre da un’altra parte del quartiere viene preso d’assalto dai ladri uno dei bar storici: il bar Centrale.Al ragazzo aggredito ed alla famiglia nonchè all’amico Marco Nicotera ed alla sua famiglia quest’oggi va tutta la nostra vicinanza e solidarietà. Come va a tutti i gestori delle attività commericiali prese di mira in questi giorni di agosto da questa gentaglia criminale.Qualcuno potrebbe pensare alla sceneggiatura di una pellicola horror, ma basta farsi un giro nelle notti della Marina di Catanzaro per capire che è tutto terribilmente vero”. Lo scrive in una nota Il Direttivo del Circolo “Almirante” di Fratelli d’Italia del quartiere Lido di Catanzaro.Nessun film.La criminalità dilaga nel quartiere marinaro a dismisura, e che si finisca di chiamarla “micro” perchè è criminalità allo stato puro.Nei mesi scorsi noi del circolo “Giorgio Almirante” di Fratelli d’Italia lo avevano detto a chiare lettere nel corso di un incontro che avevamo voluto per difendere la movida del quartiere marinaro da questi attacchi di violenza.Noi lo avevamo urlato ed oggi non possiamo che riecheggiare quanto denunciato, dal Segretario Nazionale del Sindacato di Polizia Fsp, l’amico Giuseppe Brugnano, nel corso di quell’incontro: ”prima o poi scappa il morto…”. Ma, evidentemente, le nostre parole – seppur sentite, spaventate ed in cerca di soluzione – non sono state ascoltate o, peggio, sono state ignorate.Chiediamo agli organi di competenza un intervento immediato che sia preventivo e strutturato oltreche’ tempestivo.Facciamo un forte appello al Prefetto di Catanzaro ed al Questore affinché venga messa in campo ogni strategia operativa.Facciamo appello, ugual modo, a tutte le Istituzioni.Con organi di competenza non ci riferiamo solo alle Forze di Polizia, che svolgono il loro lavoro egregiamente tra le mille difficoltà operative, alle quali va tutto il nostro sostegno e ringraziamento.Ma in un tale contesto è necessario il coinvolgimento di tutti gli organi istituzionali.Basta fare orecchie da mercanti.Basta vivere con i prosciutti sugli occhi.Basta intervenire solo per fare della mera propaganda politica.Basta indignazioni da radical chic, ora ci si scandalizzi sulle problematiche reali.Adesso scendiamo in piazza a favore di quei ragazzi, di quei genitori, di quei commercianti che vivono quotidianamente il problema della criminalità sulla loro pelle!In un quartiere, quello marinaro del capoluogo di regione, in continua e forte espansione.Riprendiamo gli appelli del Procuratore Nicola Gratteri: ribelliamoci ad ogni illegalità. Scendiamo in piazza se serve, facciamoci sentire, animiamo il dibattito reale e no sui social, se ne parli in piazza, nelle famiglie, nelle chiese, diciamo no alla criminalità. Ma in questa piazza, a scendere per prime dovranno essere le Istituzioni che dal palco dovranno spiegare ai cittadini gli interventi programmati ed immediati per contrastare tale fenomeno.Basta con i silenzi!Basta con l’indifferenza!Basta con il mutismo, riacquistate la parola ed agite! È arrivata l’ora”. Redazione Calabria 7 . The post Catanzaro, Circolo ‘Almirante’: “Criminalità nel quartiere Lido, si aspetta il morto?” appeared first on Calabria7 .'

Consumatori, Regione istituisce elenco associazioni

Notizia Calabria7

La Regione Calabria istituisce l’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti.
'La Regione Calabria istituisce l’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti.Lo prevede un decreto del Dipartimento regionale dello Sviluppo economico e delle Attività produttive che, in attuazione della legge regionale 7/2018, ha approvato l’avviso pubblico per la costituzione dell’elenco: l’avviso, che contiene tute le informazioni per gli interessati, a partire dai termini di scadenza della presentazione delle domande, è consultabile sul sito istituzionale della Regione Calabria.Secondo quanto previsto nell’avviso, possono essere inserite nell’elenco le associazioni di consumatori e utenti che abbiano determinati requisiti, tra cui quelli di essere associazioni senza fini di lucro, costituite da almeno tre anni e dotate di uno statuto che preveda come scopo esclusivo la tutela dei consumatori e degli utenti e un ordinamento a base democratica; un numero di iscritti non inferiore allo 0,4 per mille della popolazione della Calabria (783 iscritti); la predisposizione di un bilancio annuale delle entrate e delle uscite con l’ammontare delle quote versate dagli associati in Calabria; la presenza di almeno tre sportelli, di cui uno quale sede regionale, dislocati in almeno due province, o città metropolitana della Calabria.Redazione Calabria 7 . The post Consumatori, Regione istituisce elenco associazioni appeared first on Calabria7 .'

Donna disabile cade dal terzo piano, sentito il marito

Notizia Calabria7


'La Polizia di Stato ha avviato indagini per accertare eventuali responsabilità nella caduta dal balcone della sua abitazione, al terzo piano di un edificio di Parghelia, nel Vibonese, di una donna disabile di 30 anni originaria della provincia di Napoli.La donna, che é sordomuta, é stata trasferita in elisoccorso nell’ospedale “Pugliese” di Catanzaro, dove é stata ricoverata con prognosi riservata.La donna ha riportato un trauma cranico, con sospetta frattura dell’osso temporale.Immediato l’intervento del 118 la cui sala operativa, su disposizione del dirigente regionale, Antonio Talesa, ha disposto l’impiego dell’elisoccorso.Per accertare quando é accaduto la polizia ha sentito il marito della donna, che era in casa insieme a lei nel momento del fatto. . The post Donna disabile cade dal terzo piano, sentito il marito appeared first on Calabria7 .'

Giardini delle Esperidi, fate che ritornano nei boschi della Sila

Notizia Calabria7

Non più una comunità provvisoria ma una realtà duratura quella di Giardini delle Esperidi che dimostra ogni anno di più la sua capacità di fare rete tra i borghi della Presila riscoprendo luoghi dimenticati.
'Non più una comunità provvisoria ma una realtà duratura quella di Giardini delle Esperidi che dimostra ogni anno di più la sua capacità di fare rete tra i borghi della Presila riscoprendo luoghi dimenticati.Una rete che comprende comuni, giovani associazioni, produttori locali, il turismo montano, ma soprattutto le comunità che vivono il territorio.Giardini delle Esperidi ha scelto, per la sua prima giornata di “semina” dell’edizione 2019 l’Albergo delle Fate , il monumento identitario della Calabria del margine e delle aree interne, il gioiello del turismo d’élite costruito da Eugenio Mancuso.Insieme al direttore artistico Maria Faragò  che ha scelto di ambientare l’edizione 2019 proprio in questo significativo luogo diventato marginale da importante meta montana calabrese del mondo del cinema e di visitatori da tutta Italia, il sindaco di Zagarise Domenico Gallelli , che ha ricordato quanto sia stato significativo il contributo di Zagarise nel mettere a disposizione le proprie risorse per una decina di comuni che negli anni  hanno partecipato a questo progetto.Un evento culturale che non ha altro compito che raccontare , come è nella sua natura sin dall’inizio, una Calabria nuova e diversa, di anime finalmente “bianche” e di storie buone . Non può che agganciarsi, quindi, a quella narrazione degli scrittori-viaggiatori come Norman Douglas o George Gissing che hanno visto e vissuto la Calabria con sguardo vergine e senza l’ossessione identitaria che imbeve il racconto letterario contemporaneo.Su questi temi Giardini delle Esperidi ha incentrato il primo appuntamento del festival moderato da Andrea Di Consoli con i tre scrittori calabresi Mauro Francesco Minervino , Eliana Iorfida  e Francesco Bevilacqua . Tre diversi sguardi sulla Calabria, sul viaggio, sul ritorno… la cura del bello calabrese ma anche un occhio di oggettiva denuncia sul brutto e sul non finito, sui bordi diluiti di città che si appoggiano alla Statale 18 e infine la possibilità di ritrovare un senso giovane e nuovo a questo racconto fuori dalla Calabria stessa, senza stigmatizzarlo come una fuga.Conversazioni piene di spunti e nuove idee concrete, che dal seme di Giardini delle Esperidi germogliano tutto l’anno a favore dei luoghi.Nel buio della Sila Villaggio Mancuso ha preso vita grazie alla videoarte di Enrico Pulice  con la proiezione viva e tridimensionale sulla facciata dell’Albergo delle Fate di una storia di redenzione e rinascita che ha lasciato col fiato sospeso gli ospiti e i visitatori , riportando per una notte l’incanto del passato in un luogo che merita una tutela e una nuova vita.Dopo una degustazione a base di piatti tipici locali preparati per i “giardinieri” dai ristoratori di Zagarise con il coordinamento di Anna Aloi, questa prima giornata si è conclusa con un appuntamento ormai fisso, il concerto-performance di Caterina Pontrandolfo e Rodolfo Medina , i cantastorie amici del festival che alternando performance, poesia e il gioco del canto uniscono la musica di ricerca alla tradizione antica, il sacro alla musica popolare e al contemporaneo.Il festival continua fino al 18 agosto con nuovi e diversi appuntamenti nei boschi della Sila e si chiuderà lunedì 19 agosto a Zagarise da dove tutto è partito con il concerto dei Sabatum Quartet.   . The post Giardini delle Esperidi, fate che ritornano nei boschi della Sila appeared first on Calabria7 .'

Focus ‘Ndrangheta a Crotone, arresti e sequestri. Ecco il bilancio di una settimana

Notizia Calabria7

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale – Focus ‘ndrangheta” sono state arrestate 2 persone; deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà 7
'Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “ Piano di Azione Nazionale e Transnazionale – Focus ‘ndrangheta ” sono state arrestate 2 persone; deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà 7 persone, di cui 2  all’Autorità Amministrativa; controllate   26 persone sottoposte a misure di sicurezza; dentificate  784 persone; controllati 411 veicoli (anche con sistema Mercurio). Inoltre sono stati effettuati numerosi posti di controllo;  elevate 36  sanzioni per violazioni al Codice della Strada; effettuati   06 fermi/sequestri amministrativi e/o penali; effettuate 11  perquisizioni; accompagnate 9 persone in Ufficio per identificazione; effettuati 5  controlli amministrativi ed elevate nr. 3  sanzioni amministrative.Nel pomeriggio di sabato 10 agosto 2019, personale dell’U.P.G.S.P. – Squadra Volanti ha segnalato al Sig.Prefetto, ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti, F.N. nato a Cariati (CS) classe 1969, ivi residente.Nella circostanza, all’esito di un controllo, il predetto veniva trovato in possesso di gr. 5,0 di sostanza stupefacente del tipo “ marijuana ”, debitamente posta sotto sequestro.Alle prime ore dell’alba del 12 agosto 2019, a seguito dello sbarco di nr. 57 migranti avvenuto presso la foce del Fiume Neto, personale della Squadra Mobile di Crotone unitamente a militari della Guardia di Finanza traevano in arresto due cittadini russi, S.M. classe 1994 e B.D. classe 1988.I predetti soggetti, fermati in mattinata da personale della Squadra Volanti, venivano tratti in arresto per reati inerenti l’immigrazione clandestina, in quanto presunti scafisti.Nella giornata del 12 agosto u.s., personale della Divisione P.A.S.I. – Squadra Amministrativa, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, in ottemperanza ai servizi di “Focus ‘ndrangheta”, ha effettuato controlli amministrativi in Melissa (KR) e Strongoli (KR), presso alcune attività commerciali, all’esito dei quali ha conseguito i seguenti risultati:  5  esercizi commerciali controllati; 06 dipendenti identificati; 01 persona deferita all’A.G. per la riscontrata “mancata esposizione della tabella dei giochi proibiti”; 04 sanzioni amministrative di cui: 02 per la mancata esposizione del cartello indicante l’orario di esercizio dell’attività per un importo, in misura ridotta, pari ad € 308,00; 01 per abusiva occupazione del suolo pubblico a mezzo di tavolini e sedie, ex art. 20 C.d.S., per un importo, in misura ridotta, pari ad € 173,00; 01 per la mancata esposizione del listino prezzi, comprese le bevande alcoliche, ex art. 180 Reg.T.U.L.P.S. e 221 bis c. 2° T.U.L.P.S., per un importo, in misura ridotta, pari ad € 308,00; 03 segnalazioni al competente servizio S.I.A.N. dell’A.S.P. di Crotone per la mancata attuazione del manuale di autocontrollo H.A.C.C.P. previsto ai sensi del Reg.CE n. 852/04.Nella medesima serata, personale della Squadra Volanti, durante il servizio di controllo del territorio, sottoponeva a controllo un’autovettura, condotta da C.G. crotonese classe 1975, il quale risultava essere colpito da provvedimento di ricerca, e per tale motivo gli operatori gli notificavano la nomina del difensore d’ufficio a seguito di una querela per “ violazione degli obblighi di assistenza familiare ”. Nel pomeriggio del 13 agosto u.s., personale della Squadra Volante ha segnalato amministrativamente al sig.Prefetto, J.J. , nato in Gambia, classe 1995, attualmente ospite presso il C.D.A./C.A.R.A. “S.Anna” di Isola Capo Rizzuto (KR), in quanto assuntore di sostanze stupefacenti.Nella circostanza il predetto, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di grammi 0,4 di sostanza stupefacente del tipo marijuana, opportunamente sequestrata Alle ore 08.30 del 14 agosto u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà C.P. , crotonese, classe 1989, con precedenti di Polizia, in atto sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale di P.S., perché resosi responsabile della violazione degli obblighi derivanti dalla citata misura.Alle ore 23.20 del 14 agosto u.s., personale della Squadra Volante ha deferito alla competente Autorità Giudiziaria, B.F. , classe 1979, con numerosissimi precedenti di Polizia, perché resosi responsabile del reato di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.Nella circostanza il predetto, sottoposto a controllo di Polizia, veniva trovato in possesso di grammi 3,1 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, nonché della somma di € 249,65, in banconote di vario taglio, frutto dell’attività delittuosa, il tutto opportunamente sequestrato.Nella serata del 15 agosto u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà F.G. , classe 1972, perché resosi responsabile dei reati di lesioni colpose ed omessa custodia di armi. . The post Focus ‘Ndrangheta a Crotone, arresti e sequestri.Ecco il bilancio di una settimana appeared first on Calabria7 .'

L’Asp di Catanzaro riammette in servizio uno dei dipendenti coinvolti in Quinta Bolgia

Notizia Calabria7

L’Asp di Catanzaro ha riammesso in servizio, nel dipartimento prevenzione Francesco Serapide, coinvolto nell’inchiesta della Dda di Catanzaro, nome in codice Quinta Bolgia.
'L’Asp di Catanzaro ha riammesso in servizio, nel dipartimento prevenzione Francesco Serapide, coinvolto nell’inchiesta della Dda di Catanzaro, nome in codice Quinta Bolgia.La decisione assunta con delibera è la conseguenza di quanto ha disposto il gip Barbara Saccà, il 7 agosto scorso revocando per l’indagato, difeso dall’avvocato Ennio Curcio,  la misura cautelare d interdizione dal pubblico servizio, accogliendo la richiesta della Procura distrettuale . The post L’Asp di Catanzaro riammette in servizio uno dei dipendenti coinvolti in Quinta Bolgia appeared first on Calabria7 .'

Frantuma la vetrata di una parafarmacia di Catanzaro e preleva l’incasso, obbligo di dimora

Notizia Calabria7

Si trovava temporaneamente agli arresti domiciliari il 24enne Antonino Pavia, residente a Gioia Tauro e arrestato per furto ad una Parafarmacia nel quartiere marinaro di Catanzaro, mentre adesso per lui è stato disposto l’obbligo di dimora.
'Si trovava temporaneamente agli arresti domiciliari il 24enne Antonino Pavia, residente a Gioia Tauro e arrestato per furto ad una Parafarmacia nel quartiere marinaro di Catanzaro, mentre adesso per lui è stato disposto l’obbligo di dimora.Lo ha deciso il giudice del Tribunale del capoluogo calabrese Fabio Rabagliati, che nel corso del giudizio per direttissima, come richiesto dall’avvocato difensore Mary Aiello, ha disposto per il giovane una misura più gradata.Secondo la ricostruzione die fatti, l’indagato ha prima frantumato la vetrata della parafarmacia di viale Crotone, nel quartiere Lido di Catanzaro, poi è entrato con il volto travisato per non farsi riconoscere prelevando l’incasso.Ironia della sorte ha voluto, che uscendo dal locale, ha incontrato sui suoi passi un poliziotto, libero dal servizio che ha iniziato a seguirlo, contattando contestualmente la sala operativa che ha inviato sul posto la Squadra Volante.Gli agenti hanno arrestato il ragazzo per furto e restituito il bottino del fondo cassa dell’importo di circa sessanta euro.Sottoposto nell’immediatezza a perquisizione personale,  si è riscontrato che lo stesso era in possesso, oltre che della refurtiva anche di indumenti (un pantaloncino di colore blu ed una federa di colore arancione che l’arrestato avrebbe utilizzato per nascondere le proprie fattezze.Le immagini delle telecamere di videosorveglianza in zona hanno dato un’ulteriore conferma dei fatti: l’uomo ha commesso il furto dopo aver sfondato la vetrina della parafarmacia con un grosso masso.Il fatto è successo intorno all’una e trenta della scorsa notte.Il ragazzo, di origini rom, proveniente dalla provincia di Reggio Calabria si trovava a Catanzaro da alcuni parenti. ( g. p. ) . The post Frantuma la vetrata di una parafarmacia di Catanzaro e preleva l’incasso, obbligo di dimora appeared first on Calabria7 .'

Corsa contro il tempo per salvare una bimba di 18 mesi

Notizia Calabria7

Trasporto sanitario urgente per una bambina di 18 mesi in imminente pericolo di vita, dall’aeroporto di Lamezia Terme.La piccola è stata portata l’ospedale Regina Margherita di Torino con  un’ambulanza trasportata da un aereo militare C130J della 46
'Trasporto sanitario urgente per una bambina di 18 mesi in imminente pericolo di vita, dall’aeroporto di Lamezia Terme.La piccola è stata portata l’ospedale Regina Margherita di Torino con  un’ambulanza trasportata da un aereo militare C130J della 46 Brigata Aerea.Il Trasporto Sanitario Urgente intorno alle 20:30 di eri è decollato da Lamezia Terme per raggiungere Torino per essere sottoposta a cura particolare. . The post Corsa contro il tempo per salvare una bimba di 18 mesi appeared first on Calabria7 .'

San Luca, Davi incontra a casa sua boss Giovanni Nirta

Notizia Calabria7

Klaus Davi fa visita a casa sua, per così dire, al boss di ‘ndrangheta Giovanni Luca Nirta nella cittadina di San Luca.
'Klaus Davi fa visita a casa sua, per così dire, al boss di ‘ndrangheta Giovanni Luca Nirta nella cittadina di San Luca.Nirta, da poco uscito dal carcere, in passato è miracolosamente scampato a un attentato congegnato dagli esponenti del clan rivale, Pelle-Vottari, in cui trovò la moglie la giovane consorte Maria Strangio.Domani saranno forniti i dettagli dell’incontro. (D.C.) . The post San Luca, Davi incontra a casa sua boss Giovanni Nirta appeared first on Calabria7 .'

Morano, il 20 agosto la X edizione del Folklore Internazionale

Notizia Calabria7

Tutto pronto per la decima edizione della Rassegna del Folklore Internazionale.
'Tutto pronto per la decima edizione della Rassegna del Folklore Internazionale.La manifestazione, finanziata dalla Camera di Commercio di Cosenza e patrocinata dall’Amministrazione comunale, voluta e organizzata dalla compagnia Calabria Citra, in collaborazione con l’altro importante evento che si svolge in questi giorni a Castrovillari, l’Estate Internazionale del Folklore, sotto l’egida del Parco Nazionale del Pollino e di altri soggetti, si arricchisce quest’anno di suoni, colori e tradizioni proposti da comitive etniche provenienti da varie parti del mondo.L’iniziativa, calendarizzata per martedì 20 agosto, ore 21.30, area San Bernardino, istituzionalizzata dalla municipalità locale nel 2018 allo scopo di proteggerne i valori identitari e sancirne il carattere giuridico, sarà oggetto di specifica conferenza stampa che vedrà impegnati lunedì prossimo i dirigenti dell’organismo promotore, Remo Chiappetta e Luigi Stabile, il sindaco Nicolò De Bartolo, i consiglieri comunali Mario Donadio e Salvatore Siliveri, membri della Camera di Commercio.Quattro i gruppi che allieteranno la serata.Apriranno il sipario i ragazzi argentini de “Desde el Alma” con le loro “calienti” danze e le suggestive policromie che rimandano a quella particolare estensione della cultura latina a noi tanto cara.Quindi impegneranno il proscenio i giovani del Sudafrica e subito dopo gli amici della Cecenia.Insomma un tuffo negli usi e i costumi di popoli lontani, con i quali condividiamo la medesima voglia di crescere e vivere in pace.Ovviamente non mancherà una nutrita e qualificata rappresentanza del folclore di casa nostra: i piccoli della Pro Loco di Castrovillari, e I Brianzoli di Como. «Continuiamo a presentare spettacoli – dice Remo Chiappetta – fondati su fatti e itinerari storici che suscitano innanzitutto sentimenti di affratellamento e al contempo valorizzano le nostre origini.L’obiettivo principale di Calabria Citra resta, comunque, quello di trasformare l’incontro tra razze e genti diverse in una valida occasione di sviluppo sociale umano». Alle parole del presidente di Calabria Citra fa eco la dichiarazione congiunta di Nicolò De Bartolo, Mario Donadio e Salvatore Siliveri. «Continuiamo, secondo nostra consolidata prassi – affermano i tre amministratori moranesi – a sostenere ogni buon progetto portatore di interessi comuni che aspirino ad aumentare la competitività turistica del nostro borgo e si candidino a sviluppare forme di interscambi culturali utili per la nascita di una nuova e più consapevole conoscenza delle proprie radici.E in un territorio che diviene complessivamente più attrattivo, anche in virtù di quel fermento associativo che stimoliamo quotidianamente e che molte soddisfazioni sta donando negli ultimi tempi, da un contesto nel quale pubblico e privato abbiano saputo cooperare e ottimizzare le risorse e le emergenze esistenti, l’economia e la comunità, direttamente o indirettamente, non possono che trarne beneficio». Redazione Calabria 7 . The post Morano, il 20 agosto la X edizione del Folklore Internazionale appeared first on Calabria7 .'

Donna precipita da balcone nel Vibonese, indaga la polizia

Notizia Calabria7

Una donna in gravi condizioni è stata trasferita da Parghelia, nel Vibonese, all’ospedale ‘Pugliese’ di Catanzaro in elisoccorso giunto sul posto dopo l’allarme lanciato dai sanitari dell’ospedale di Tropea accorsi per primi sul posto.
'Una donna in gravi condizioni è stata trasferita da Parghelia, nel Vibonese, all’ospedale ‘Pugliese’ di Catanzaro in elisoccorso giunto sul posto dopo l’allarme lanciato dai sanitari dell’ ospedale  di Tropea accorsi per primi sul  posto . La donna, per cause ancora in corso di accertamento, è precipitata dal balcone di un immobile alto oltre dieci metri riportando un serio trauma cranico.La polizia del posto fisso di Tropea e gli agenti della Squadra Mobile di Vibo Valentia hanno avviato le indagini per capire se ci si trovi dinanzi  ad un  incidente oppure  ad un  tentato omicidio. (AGI) . The post Donna precipita da balcone nel Vibonese, indaga la polizia appeared first on Calabria7 .'